×

La prima colazione in Italia… e alla Maga

La prima colazione in Italia… e alla Maga

Come per ogni pasto (anzi, per ogni piatto!) esiste una versione legata alla regione, alla città e addirittura al borgo, se non al quartiere, così anche per la  prima colazione  all’italiana é virtualmente impossibile tracciare un quadro completo e univoco delle tradizioni del nostro Paese.

20767772_1527979973912548_3410254116786721187_n

Cappuccino vista are sulla terrazza della Maga Circe

Esistono però dei punti fermi: il cappuccino é sicuramente uno di questi. Il caffè unito al latte caldo montato a vapore rappresenta la bevanda per eccellenza della prima colazione consumata al bar, anche se la diffusione delle macchine per il caffé domestiche nell’ultimo trentennio ne consente la comoda preparazione a casa. Secondo la tradizione, il nome deriverebbe dal colore della bevanda, che ricorda quello del saio dei frati cappuccini.

Solitamente abbinato al cappuccino è il cornetto, versione meno grassa del croissant francese, caratterizzato dalla glassatura di zucchero secondo la tradizione nata a Venezia nel diciottesimo secolo. Esistono farciture di ogni tipo: crema pasticcera, panna, marmellate e cioccolata, al miele, vegani, privi di lattosio o specifici per celiaci. Ultima moda la farcitura alla crema di pistacchio.

maritozzo

Prima colazione a Il Gelatone

Romano e antico é invece il maritozzo, di forma circolare con impasto arricchito di uvetta sultanina e a volte farcito con panna montata. Delizioso quello che potete trovare a Il Gelatone, in località La Cona, a circa 2 km dalla Maga. Sempre a Roma é legata la tradizione dei biscotti secchi dell’antica fabbrica Gentilini. Non c’e’ bambino degli anni 60 e 70 che non abbia tra i propri ricordi una tazza di latte in cui inzuppare i mitici Osvego.

37908860_1894774630566412_2043586688302710784_n

La preparazione della crostata di Nutella ad opera del nostro cuoco

 

 

 

 

 

 

 

Altra presenza frequente sulla tavola degli italiani al mattino é la crostata, composto da una base di pasta frolla ricoperta da confettura, crema pasticcera o frutta fresca. Dolce tra i più antichi della cucina italiana, secondo la tradizione popolare sarebbe l’evoluzione della pastiera napoletana, dolce creato in un antico convento di San Gregorio Armeno, quartiere di Napoli.

Nella nostra zona é diffusa la crostata di visciole, tipica dei borghi dei Monti Lepini, ma molto comuni sono anche quelle nei gusti tradizionali quali ciliegia, arancia e l’immancabile Nutella.

38612230_1911242558919619_4782957202384093184_n.jpg

dolci della nostraprima colazione appena sfornati

Ultimo della lista il ciambellone, variante “gigante” della ciambella, che veniva preparata per celebrare la fine della mietitura. Ne esistono  innumerevoli varianti al cioccolato, al cocco, alla frutta o con la marmellata. Il nostro ciambellone, la cui composizione viene direttamente dal ricettario di famiglia, é aromatizzato all’anice.

Infine, l’espresso. Spesso infatti,  questa tipica bevanda italiana viene consumata anche a fine colazione, per dare una ulteriore carica in vista della giornata di lavoro.

Frutta fresca, spremute, succhi,  yogurt e cereali sono ormai diffusissimi anche sulle tavole italiane, ma rappresentano una novità più recente, così come l’abitudine,s empre più diffusa, di consumare prodotti proteici quali uova, prosciutto e formaggio: la globalizzazione ha raggiunto, lentamente ma inesorabilmente, anche la prima colazione.

All’italiana o internazionale, a base di prodotti tradizionali  o con elaborazioni più moderne, la prima colazione resta il primo piacere della giornata. Un piacere ancora maggiore, se può essere consumato in vacanza, guardando il mare del Circeo.

18485495_1433399330037280_3557581069246693909_n

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

*